Premio Resa: continuano i miglioramenti
  • Cerca
  • Argomenti
  •  

    Continuare con il miglioramento delle prestazioni di raccolta differenziata degli imballaggi in alluminio; questo l’obiettivo del Premio Resa che viene riconosciuto sui conferimenti da raccolta differenziata di fascia A+ e fascia A, cioè la cui frazione estranea non superi il 5%, e calcolato in base ai conferimenti totali effettuati nel corso dell’anno solare dal soggetto convenzionato. Il totale viene poi rapportato al numero di abitanti serviti dal soggetto convenzionato per poter determinare la resa pro-capite.

    Il premio è stato istituito dal CIAL – Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo dell’Alluminio – che ogni anno stila una speciale classifica che individua i Comuni, e i gestori dei rifiuti urbani, con le migliori performance quantitative e qualitative di raccolta differenziata degli imballaggi in alluminio.

    Il CIAL si preoccupa inoltre di monitorare le quantità immessa sul mercato e soprattutto la quantità recuperata ed ogni anno effettua delle stime sugli anni successivi.

    Dalle 48.000 tonnellate recuperate nel 2017 si è passati alle 51.000 del 2019 e si stima che nel 2020 si possano raggiungere le 52.500. Nel 2019 grazie al “Premio Resa”, con riferimento al 2018, sono stati corrisposti circa 535.000 euro a 56 soggetti diversi.

    La speranza dell’Istituto è che tali cifre possano aumentare ogni anno ma perché questo accada c’è bisogno dell’impegno e dell’aiuto di tutte le istituzioni, delle aziende e soprattutto dei cittadini.

     

    About Author
    ALLCAR SERVICE
    Creazione Siti WebRealizzazione Siti Web Roma